Un due tre TERRA

Abbigliamento biologico, fasce e pannolini lavabili

Un altro settore del nostro negozio è dedicato all'abbigliamento e ai prodotti della prima nascita.

Trattiamo abbigliamento in cotone biologico privo di sostanze chimiche e quindi adatto alla pelle sensibile di un neonato. Inoltre le serigrafie sono tutte realizzate a mano senza PVC e le tinture sono prive di metalli pesanti. 

Abbiamo esclusivamente biberon di acciaio. Il perchè di questa scelta: le crescenti prove scientifiche fanno emergere il pericolo dei prodotti chimici tossici (ftalati e bisfenolo A) utilizzati per fare molte plastiche. Pertanto il biberon di plastica è poco sicuro. Alternativa al biberon di plastica è il vetro che è anch'esso poco sicuro perchè si rompe con il rischio i fare male al bambino.

Per questo abbiamo scelto il biberon in acciaio inossidabile perché è pulito, stabile e durevole. 

L'acciaio inossidabile è stabile e inerte e non interagisce con gli alimenti e i liquidi con cui entra in contatto. Quindi ciò che si mette dentro è quello che si ottiene fuori.

L'acciaio inossidabile è anche uno dei materiali più facilmente riciclabili sulla TERRA, rendendo il marchio "Safe" una scelta intelligente e verde in un mondo che cerca di ridurre gli sprechi di plastica.

Può essere lavato in lavastoglie.

Ha una fodera di silicone che protegge il biberon in caso di colpi o cadute e lo isola proteggendo le mani del piccolo dal freddo o dal caldo. Anche la
tettarella è in silicone; il tappo con varie misure per evitare versamenti e può essere usato anche come dosatore.

Proponiamo le fasce portabebè in cotone biologico e colori naturali: vogliamo sviluppare la cultura "del portare" i piccoli che ancorchè poco usata in Italia sta pian piano diffondendosi negli ultimi anno.

Infine i pannolini lavabili: scelta che, se può sembrare coraggiosa, porta con sè soltanto vantaggi (come esposto nell'articolo che segue)! 

I PANNOLINI LAVABILI anzicchè i pannolini “usa e getta”: perché sceglierli?

Da qualche tempo sono tornati i pannolini lavabili, versione moderna e più pratica dei vecchi ciripà, che vogliono essere un’alternativa ai pannolini usa e getta. Ma perché una neomamma dovrebbe sceglierli? Di seguito alcune motivazioni:

1) Per riguardo della salute del proprio/a figlio/a. I pannolini usa e getta per favorire la forte capacità assorbente che tanto sponsorizzano contengono alcune sostanze pericolose.

Innanzitutto i gel chimici superassorbenti (silicati e simili) che hanno come causa principale irritazioni e arrossamenti nella zona interessata. Contengono inoltre tracce di TBT che è un battericida e fungicida (si pensi che viene usato nelle vernici antivegetative che si mettono nelle barche) molto potente che, da test scientifici condotti sui pannolini da Greenpeace, potrebbe dare effetti tossici sul sistema immunitario e ormonale.

Sembra impossibile ma contengono anche diossina è un composto chimico altamente tossico, che può causare tumori, disfunzioni ormonali, ridotta fertilità maschile, malformazioni fetali, danni al sistema nervoso e immunitario.

I pannolini lavabili sono invece in materiali naturali quali cotone e bambù.

2) Per fare assumere un’ottimale posizione per le anche. Un pannolino lavabile è più voluminoso rispetto a quello usa e getta e, per quanto possa sembrare un inconveniente, nei neonati è più indicato in quanto aiuta a tenere le gambette più divaricate e facendo sviluppare correttamente le anche.

3) Per aiutare il bambino ad abbandonare presto il pannolino. Uno dei vantaggi che viene maggiormente pubblicizzato dei pannolini usa e getta è quello di avere sempre la sensazione di asciutto. Questa sensazione, che di per sé è indicatore delle sostanze chimiche contenute nel pannolino, è negativa anche perché non permette di fare associare la bambino “sono bagnato perché ho fatto la pipì” e quindi non allunga il momento dell’abbandono del pannolino.

4) Per aiutare l’ambiente. Nei primi 3 anni di vita ogni bambino cambia circa 6.000 pannolini usa e getta, cioè una tonnellata di rifiuti in pannolini, lo stesso impatto ambientale di 3 mila chilometri in automobile.

Questi vanno nella raccolta indifferenziata pesando circa il 10-13% della totalità dei rifiuti urbani. Un pannolino usa e getta impiega 500 anni a decomporsi. Se bruciati, essendo di plastica, liberano diossina.

Per produrli serve il 37% di acqua in più rispetto a quella per il lavaggio dei pannolini riutilizzabili e da una ricerca svolta dall’Università di Vienna nel 1992 risulta che l’energia utilizzata è maggiore di oltre il 70%. In più si consumano molte risorse naturali e si impiegano prodotti inquinanti (plastica, idrogel,…). La produzione elimina nell’acqua solventi, metalli pesanti, polimeri, diossine e furani. Vengono abitualmente sbiancati al cloro.

5) Per ultimo ma non per importanza per avere un sensibile risparmio economico.

Comprando un set di 20 pannolini lavabili si può spendere dai 200 fino ai 400 euro, con gli usa e getta la spesa minima è di 1.500 euro.

Quindi un risparmio di circa 1.000 euro per il primo figlio. Per il secondo, il risparmio è totale.

Importante però è prevedere una spesa iniziale per avere un kit minimo per un ciclo uso-lavaggio-asciugatura.

UN DUE TRE TERRA | 47, Via Tevere - 96100 Siracusa (SR) - Italia | P.I. 01727730895 | Tel. +39 0931 1882894 | info@unduetreterra.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy